Edilizia civile ed industriale

Asilo comunale “L’Aquilone” Albinea (RE)

Nome progetto:

Lavori di affidamento dell’esecuzione congiunta e simultanea dei lavori di ampliamento dell’asilo comunale “L’Aquilone” e dei lavori di ristrutturazione del nuovo magazzino comunale
Regione: Emilia-Romagna
Cliente: Comune di Albinea (RE)
Inizio lavori: Aprile 2014
Durata prevista:150 giorni

DESCRIZIONE PROGETTO


L’edificio oggetto di intervento viene adeguato funzionalmente alle esigenze dell’amministrazione comunale che necessita di un incremento della capienza degli utenti dell’asilo.

L’intervento previsto prevede la modifica della zona dell’attuale ingresso con l’inserimento di una nuova sezione di asilo nido di superficie di 122,42 mq con corridoio di collegamento alla piazza centrale e la creazione di due cavedi. Il nuovo ingresso viene spostato sul fronte sud della piazza centrale, protetto da una bussola con funzione di filtro che si apre sulla pista ciclopedonale esistente collegata al parcheggio di via Malaguzzi.

Ai lati del nuovo percorso pedonale di ingresso è stata messa a dimora una siepe per segnare l’ambito cortilivo delle aule rispetto all’ingresso.

Nella zona nord dell’ala est viene aumentata la superficie dell’ufficio esistente eliminando una parte di corridoio e riducendo la superficie del ripostiglio. La zona nord dell’ala ovest è quella che viene trasformata maggiormente per poter inserire il bagno dedicato alla nuova sezione: la lavanderia viene spostata vicino alla stireria esistente eliminando il corridoio interno. Il refettorio viene eliminato e suddiviso in un nuovo corridoio e 2 ripostigli. Il bagno e antibagno esistenti non vengono modificati ma cambierà il verso di apertura delle porte in maniera da orientarlo verso la via di fuga. Viene inoltre chiusa la porta di collegamento dalla sezione grandi al corridoio che viene dismesso. Al posto della lavanderia viene ricavato il nuovo bagno per la sezione: tenendo conto che la sezione è pensata per 26 bambini il bagno sarà dotato di 4 vasi e 6 lavabi. Tra le ali est e ovest, nella zona nord, è stata realizzata la nuova sezione per bimbi medio - grandi con capienza di 26 bimbi di 122,42 mq. La sezione sarà di forma rettangolare di dimensioni esterne 12,54 x 9,01 m, con altezza di poco maggior rispetto la struttura attuale, nuovo colore del prospetto e una nuova tipologia di finestre.

La sezione si collega alla struttura attuale tramite il vecchio ingresso con un corridoio di collegamento largo, 1,45 m e lungo 4,18 m, vetrato e aperto su due nuovi cavedi ricavati con l’intervento. Su questi cavedi affacciano anche le finestre del alto sud della sezione. Nel lati est e ovest si aprono due porte finestre che permettono l’uscita verso l’area cortiliva. Nella facciata a nord vengono realizzate due finestre a nastro di dimensioni 4,00 x 0,60 m la prima a 50 cm dal pavimento e la seconda a 2,00 m di altezza. La sezione, che rappresenta l’unità spaziale e organizzativa minima, è articolata in varie zone a seconda delle esigenze dei bambini e comprende quindi spazi idonei per:

· Le attività di gruppo, individuali e gioco;

· Il riposo (nella zona più a nord);

· Igiene personale.

La sezione è in grado di contenere arredi e attrezzature per il lavoro individuale e di gruppo ma risulta complementare rispetto all’intero spazio della scuola per quanto riguarda la attività libere.

L’oggetto dei lavori inoltre è costituito da un capannone esistente (da adibire a magazzino comunale), dalla relativa area cortiliva di pertinenza, dalla strada di accesso al capannone da via Roncosano e dalla sponda del rio Lavezza a sud del capannone. L’intervento consiste nella bonifica dell’amianto in copertura e nel rifacimento del manto di copertura, nella modifica delle aperture esterne del capannone con modifica anche di una parte delle fondazioni, nella sistemazione dei serramenti, nella realizzazione di catene in corrispondenza della sommità dei pilastri esterni sud, nella sistemazione interna del capannone (pareti interne e impianti), nel completamento della recinzione esistente, nella realizzazione delle opere impiantistiche esterne, nella realizzazione degli allacciamenti di fogne, acqua, gas ed energia elettrica, nella sistemazione della sponda del rio Lavezza a sud del capannone e nella sistemazione dell’area cortiliva.